Campionato   domenica 28 aprile 2019

Saro Bucolo e Vincenzo Sarno vivono l'emozione del primo gol in maglia rossazzurra ma i campani accorciano con Magrassi e strappano il 2-2 in pieno recupero su rigore con De Rosa

Cavese-Catania 2-2: settimo pareggio etneo in questo campionato, 6° in trasferta

Biagianti e compagni al 3° posto con 64 punti

Il Catania colpisce due volte in apertura di tempo, nella prima frazione con Bucolo e nella ripresa con Sarno, ma non riesce a gestire fino al termine il vantaggio, subendo le reti di Magrassi e De Rosa, quest'ultimo in pieno recupero: al "Lamberti" finisce 2-2, per la squadra dell'Elefante è il settimo pareggio stagionale, sesto in trasferta. Il penalty trasformato al 92° impedisce ai rossazzurri di sfruttare al meglio, nella corsa al terzo posto, la battuta d'arresto del Catanzaro a Siracusa. In avvio di gara, i campani si affacciano in avanti con Fella (conclusione sul primo palo, a lato) e Rosafio (diagonale debole, ordinaria amministrazione per Pisseri) ma la formazione guidata da Novellino passa dopo otto minuti di gioco: percussione e cross di Calapai, irrompe Bucolo e da posizione defilata con uno splendido sinistro al volo batte De Brasi. Per il centrocampista catanese è il primo gol con la maglia della squadra del suo cuore e della sua città. Sarno e Rosafio tengono in apprensione più degli altri le retroguardie, Calapai, Bucolo ed Aya sono tempestivi e perfetti nelle chiusure sui rapidi attaccanti metelliani, la squadra schierata da Modica si affida ad un paio di guizzi di Sainz Maza ed alle conclusioni di Favasuli e Migliorini, insidiose. Prima dell'intervallo, ci prova anche Fella ma il Catania regge senza patemi. In avvio di ripresa, il raddoppio: sul rilancio di Pisseri, una precisa sponda aerea di Marotta innesca Sarno, che dopo un controllo perfetto s'invola, entra in area e batte il portiere cavese in uscita. Anche per il numero 7 è il primo gol con la maglia rossazzurra. Fella sfiora il bersaglio grosso, i padroni di casa ci provano con generosità ma il Catania resiste senza affanni (chiusura di Calapai su Sainz Maza al 20°) fino al 25°, quando Magrassi sfrutta un assist di Rosafio e di testa accorcia le distanze. Pisseri è attento sulla conclusione di Favasuli ma in pieno recupero il direttore di gara decreta un rigore per un contatto tra Biagianti e Nunziante: l'esperto De Rosa trasforma, epilogo amaro.   

Martedì alle 14.50, a Torre del Grifo, primo allenamento in vista di Catania-Rieti, in programma domenica 5 maggio, alle 18.30, al "Massimino".   

Serie C 2018/19 - Girone C - Trentasettesima giornata
Cavese-Catania 2-2
Reti: pt 8° Bucolo; st 5° Sarno, 25° Magrassi, 47° De Rosa su rigore.

Cavese (4-3-3): 22 De Brasi; 23 Bruno (1°st 2 Palomeque), 5 Manetta, 13 Bacchetti, 37 Filippini (21°st 35 Ferrara); 14 Tumbarello (21°st 28 Nunziante), 4 Migliorini, 8 Favasuli (42°st 10 De Rosa); 7 Rosafio, 11 Fella (22°st 36 Magrassi), 38 Sainz Maza. A disposizione: 12 Bisogno; 31 Pugliese, 16 Buda, 17 Logoluso, 34 Castagna; 24 Agate, 18 Flores Heatley. Allenatore: Modica.

Catania (4-3-3): 12 Pisseri; 26 Calapai, 4 Aya, 28 Esposito, 15 Marchese; 21 Bucolo, 10 Lodi (19°st 30 Carriero), 27 Biagianti; 7 Sarno (41°st 19 Manneh), 32 Di Piazza (31°st 18 Rizzo), 16 Llama (1°st 9 Marotta). A disposizione: 33 Bardini; 3 Lovric, 29 Valeau; 8 Liguori, 11 Curiale, 31 Pecorino. Allenatore: Novellino.

Arbitro: Gualtieri (Asti).
Assistenti: Salama (Ostia Lido) e Fontemurato (Roma 2).
Ammoniti: De Rosa, Favasuli e Palomeque (CA); Carriero, Liguori e Rizzo (CT).
Recupero: pt 2'; st 5'.
Spettatori 2.500 circa (241 abbonati) . 
Nel Settore Ospiti dello stadio "Simonetta Lamberti", al fianco del Catania, 21 tifosi rossazzurri.

Foto Gallery