Campionato   domenica 20 gennaio 2019

Nono gol stagionale e settimo nel torneo attuale per Francesco Lodi: non basta, però, la sua ennesima punizione-gioiello

Siracusa-Catania 2-1: per i rossazzurri è la quarta sconfitta in questo campionato

In classifica, Catania e Catanzaro al 3° posto con una gara da recuperare e 37 punti, alle spalle del Trapani (40) e della Juve Stabia (49)

Il Catania subisce a Siracusa la quarta sconfitta in questo campionato, terza esterna, scivolando al 3° posto in compagnia del Catanzaro: decisive le reti firmate da Catania e Rizzo nel primo tempo ma soprattutto le prodezze in serie dell'estremo difensore Crispino, all'esordio in maglia aretusea. Non basta, ai rossazzurri, l'ennesima punizione-gioiello di Francesco Lodi, che accorcia le distanze nel finale siglando la sua settima rete nel torneo attuale, nona stagionale: il numero 10 è il miglior marcatore nel gruppo a disposizione di mister Sottil. Debutto da titolare per Giuseppe Carriero, esordio nella ripresa per Matteo Di Piazza. In avvio, Siracusa fortunato sugli sviluppi di un disimpegno: Catania raccoglie, s'invola, entra in area e con un diagonale mancino porta i suoi in vantaggio dopo appena 26 secondi. Poi è Crispino-show: al 2° ed al 6°, due prodigiose respinte sulle girate di Biagianti, al 3° un gran riflesso sul colpo di testa di Curiale imbeccato da Scaglia, al 5° Aya sfiora la rete, all'11° l'estremo difensore azzurro se la cava con l'aiuto di un difensore sulla botta di Carriero, deviata in corner. La formazione guidata da Raciti si affida alle iniziative di Catania, insidioso al 4° per due volte nel giro di poche decine di secondi. A metà della frazione iniziale, dopo l'assedio rossazzurro, i padroni di casa tornano ad affacciarsi in avanti con la conclusione di Ott Vale al 21°, di poco a lato, e soprattutto al 24° con quella di Rizzo, che deviata da Biagianti si stampa sulla traversa. Il Catania torna a spingere: al 30°, straordinario intervento di Crispino sul colpo di testa di Aya, destinato in fondo al sacco ed invece deviato in corner, poi è Curiale a non trovare il tempo giusto sul cross di Calapai. Al 45°, altra doccia fredda: Tiscione dalla bandierina serve Palermo, che cerca e trova la correzione vincente di testa da parte di Rizzo, 2-0. Nella ripresa, dopo i tentativi di Turati e Palermo, i rossazzurri si spingono nuovamente e generosamente in avanti: al 13°, rete annullata a Curiale; al 18°, ancora un guizzo di Crispino sull'inserimento di Aya. Nel finale, Lodi trasforma la punizione conquistata dall'incursione di Baraye ma non c'è più tempo. Nel corso del primo minuto di recupero, Marotta e Turati si contendono il pallone di testa: scontro fortuito, apprensione per le condizioni del centravanti rossazzurro, sottoposto ad accertamenti in ospedale e poi dimesso.    

Lunedì alle 10.00, a Torre del Grifo, primo allenamento in vista di Catania-Matera, in programma mercoledì 23 gennaio alle 20.30 allo stadio "Angelo Massimino".
   
Serie C 2018/19 - Girone C - Ventunesima giornata
Siracusa-Catania 2-1
Reti: pt 1° Catania, 45° Rizzo; st 41° Lodi.

Siracusa (4-2-3-1): 1 Crispino; 15 Di Sabatino, 6 Turati, 25 Bruno, 4 Parisi (27°st 17 Bertolo); 7 Ott Vale (28°st 20 Mustacciolo), 3 Gio. Fricano; 8 Palermo, 23 Rizzo (21°st 16 Cognigni), 19 Tiscione (28°st 5 Del Col); 10 Catania (42°st 9 Vazquez). A disposizione: 12 D'Alessandro, 22 Genovese; 2 Boncaldo, 18 Gia. Fricano, 29 Lombardo; 26 Russini; 11 Talamo. Allenatore: Raciti.

Catania (4-3-3): 12 Pisseri; 26 Calapai, 4 Aya, 28 Esposito (1°st 5 Silvestri), 8 Scaglia (21°st 17 Baraye); 30 Carriero (14°st 6 Angiulli), 10 Lodi, 27 Biagianti (36°st 14 Brodic); 19 Manneh (14°st 32 Di Piazza), 11 Curiale, 9 Marotta. A disposizione: 1 Pulidori; 23 Ciancio, 3 Lovric; 18 Rizzo, 21 Bucolo; 20 Vassallo, 24 Mujkic. Allenatore: Sottil.

Arbitro: Ayroldi (Molfetta). 
Assistenti: Palermo (Bari) e Lenarduzzi (Merano).
Ammonito: Ott Vale (S); Curiale ed Esposito (C).
Recupero: pt 0'; st 5'.
Spettatori: 2767 (649 abbonati, 2.118 muniti di biglietto). Incasso: 3.429 euro.


Foto Gallery