Campionato   sabato 24 novembre 2018

Decisivo un guizzo di Marotta nel finale: per l'attaccante campano Ŕ il quinto gol nel torneo in corso

Catania-Reggina 1-0: sesta vittoria in questo campionato, quarta tra le mura amiche

Quarto "clean sheet", secondo consecutivo, per Matteo Pisseri - Rossazzurri al quarto posto in classifica con 21 punti

Sofferta ma ampiamente meritata alla luce del chiaro dominio tradotto in un gran numero di occasioni da rete, la sesta vittoria del Catania in questo campionato giunge di misura, grazie al guizzo decisivo di Marotta al 43░ del secondo tempo: sul "velenoso" angolo di Llama, Confente non trattiene ed il centravanti rossazzurro spedisce in porta, siglando il suo quinto gol in questo campionato e sesto stagionale. Per effetto del quarto successo interno, corredato dal quarto "clean sheet" (secondo consecutivo) per Matteo Pisseri, la formazione allenata da Andrea Sottil mantiene il quarto posto in solitudine. Il primo tempo Ŕ un continuo assedio, fin dalle battute iniziali, con Barisic e Biagianti a cercare lo spunto giusto: all'8░ il Capitano segna di sinistro con una potente botta dal basso verso l'alto che colpisce la traversa e carambola in rete, l'arbitro annulla per un fallo di Vassallo che sulla corsa si scontra con Confente, bravo ad anticipare l'esterno etneo dopo la sponda area di Marotta sulla rimessa laterale di Ciancio. Al 15░, Confente controlla male il pallone sul retropassaggio di Marino, Marotta si avventa sulla sfera ma l'estremo difensore calabrese si salva respingendo con il corpo il tap-in del centravanti. Al 20░, sul corner di Lodi, cannonata di sinistro di Scaglia e prodigio di Confente, che respinge: Scaglia raccoglie e riprova di testa, il portiere si supera e spedisce in angolo. Al 31░, altra parata sicura, stavolta sul destro di Vassallo, che cerca il primo palo dopo aver superato due avversari. Al 40░, sugli sviluppi di una punizione di Lodi, Reggina nuovamente alle corde ma infine salva. Nel corso del quarto minuto di recupero, Lodi imbecca Scaglia che dalla sinistra lascia partire un cross perfetto: Marotta non riesce ad inquadrare la porta. Nella ripresa, il Catania insiste: al 12░, punizione di Lodi sull'esterno della rete; al 19░, incursione di Rizzo ed errato disimpegno degli ospiti, Llama raccoglie e prova il pallonetto che si perde per˛ di un soffio oltre la traversa. Una ripartenza di Marino al 22░, propiziata da un errore e conclusa con un tiro debole e distante dalla porta, Ŕ il primo segnale offensivo della Reggina dopo quasi settanta minuti di gioco. Lodi avvia un'altra azione d'attacco lanciando Curiale, il cui cross trova Marotta, che di testa non sfrutta l'occasione. Curiale imbecca poi Barisic, che conclude con forza ma sull'esterno della rete. Al 32░, dopo un tentativo di Marotta, l'unica occasione creata dagli ospiti: Emmausso in corsa, dopo una veloce ripartenza, calcia male in piena area e spedisce "alle stelle". Nel finale, dopo un potente sinistro di Llama che non inquadra la porta, giunge finalmente la sospirata rete ed il "Massimino" esplode di gioia. 

Domenica alle 10.30, a Torre del Grifo, primo allenamento in vista di Matera-Catania, in programma martedý 27 novembre alle 14.30 allo stadio "XXI Settembre - Franco Salerno".

Serie C 2018/19 - Girone C - Tredicesima giornata
Catania-Reggina 1-0
Rete: st 43░ Marotta.

Catania (4-2-3-1): 12 Pisseri; 23 Ciancio, 4 Aya, 5 Silvestri, 8 Scaglia (34░st 17 Baraye); 18 G.Rizzo, 27 Biagianti (16░st 11 Curiale); 7 Barisic (29░st 19 Manneh), 10 Lodi, 20 Vassallo (16░st 16 Llama); 9 Marotta. A disposizione: 1 Pulidori; 3 Lovric, 28 Esposito; 21 Bucolo, 6 Angiulli, 29 A.Rizzo; 14 Brodic. Allenatore: Sottil.

Reggina (4-3-3): 22 Confente; 26 Kirwan, 2 Conson, 21 Solini, 25 Mastrippolito (1░st 27 Zivkov); 14 Marino (39░st 17 Navas), 8 Zibert, 16 Petermann (16░st 6 Franchini); 10 Tulissi, 19 Tassi (16░st 7 Emmausso), 11 Sandomenico (29░st 20 Redolfi). A disposizione: 28 Licastro, 1 Vidovsek; 13 Ciavattini, 15 Pogliano; 23 Bonetto; 9 Viola, 24 Ungaro. Allenatore: Cevoli.

Arbitro: Camplone (Pescara).
Assistenti: Ruggieri (Pescara) e Basile (Chieti).
Ammoniti: Silvestri (C); Conson, Emmausso e Petermann (R).
Recupero: pt 3'; st 4'.
Report affluenza: 9.232 spettatori al "Massimino" (6.908 abbonati, 2.324 muniti di biglietto di cui 11 ospiti). 
Incasso: 23.783 euro.

Foto Gallery