Campionato   sabato 20 ottobre 2018

Prima doppietta del 2018/19 per Alessandro Marotta e Davis Curiale, entrambi a quota 3 reti in questo campionato e 4 centri stagionali

Paganese-Catania 2-4: i rossazzurri dilagano in avvio e chiudono la gara dopo la reazione campana

Settima vittoria in otto gare ufficiali e quarto successo nel torneo attuale, 2° consecutivo e 2° in trasferta: Biagianti e compagni imbattuti ed al 3° posto con 13 punti pur dovendo recuperare 3 gare

L'Elefante centra la quarta vittoria in questo campionato, seconda esterna e seconda consecutiva, piegando sul 4-2 le resistenze della Paganese. Il Catania, imbattuto al pari della sola Juve Stabia nel girone C, raggiunge quota 13 punti in cinque partite e risale al 3° posto, pur dovendo recuperare ancora tre gare, in attesa di Rende-Bisceglie. Il settimo successo stagionale (tre, le affermazioni in Coppa Italia) sembra scontato già dopo i primi 14 minuti di gioco, caratterizzati da un dominio assoluto e da tre gol: il primo pallone dell'incontro è giocato da Silvestri su Ciancio, che di testa offre una sponda preziosa a Curiale, bravo ad offrire un assist perfetto a Marotta, che dopo 12 secondi di gioco (eguagliato un record della storia rossazzurra firmato da Carlo Borghi) gonfia la rete con uno splendido diagonale; al 4°, da posizione defilata sulla destra, Lodi pesca a 10 metri dalla porta Davis Curiale, che di controbalzo fulmina Galli; dopo la parata di Pisseri su Parigi, in prossimità del quarto d'ora Bucolo aggredisce sulla trequarti il portatore di palla avversario, sradica la sfera dai suoi piedi e confeziona un ottimo suggerimento per Marotta, che realizza la sua prima doppietta con il Catania con una conclusione molto simile a quella vincente contro il Trapani. Il numero 9 raggiunge così Ciccio Lodi a quota 3 centri in questo torneo, quattro stagionali considerando l'acuto in Coppa Italia contro l'Hellas Verona. Pisseri compie poi un intervento apprezzabile sulla bordata di Parigi ma lo stesso centravanti accorcia le distanze, al 38°, deviando in maniera astuta sul secondo palo il corner calciato da Scarpa, il migliore tra i suoi. Il fantasista campano, classe 1979 ma abilità balistica senza età, ci prova poi su punizione: nel recupero della prima frazione, palla di poco a lato; all'8° della ripresa, splendida traiettoria all'incrocio dei pali e 2-3, principio di rimonta che desta sorpresa e stupore. Nel momento migliore degli azzurrostellati, Pisseri è sempre lucido ed efficace: al 24° chiude su Scarpa, che cerca di sorprenderlo sul primo palo ed al 30°, dopo una violenta conclusione di Nacci fuori di poco, compie una parata formidabile, di piede, respingendo il tiro da distanza ravvicinata di Parigi, in un'azione contrassegnata probabilmente dalla posizione irregolare di Diop, non ravvisata dal direttore di gara e dai suoi assistenti. Scosso dal pericolo, il Catania ritrova ordine ed efficacia: Angiulli sale in cattedra ed al 36° lancia Curiale in profondità, il bomber supera Garofalo e viene platealmente atterrato da Diop in piena area campana, procurando un rigore nettissimo. Dal dischetto, con potenza e freddezza, il numero 11 chiude virtualmente la contesa, eguagliando lo score di giornata del compagno di reparto. Con la prima doppietta in questo campionato, anche Curiale raggiunge quota 3 marcature in campionato, 4 dall'inizio della stagione considerando il gol con il Como in Coppa Italia. Al triplice fischio, gioia e soddisfazione per i 49 tifosi rossazzurri al seguito e testa al prossimo impegno. 

Domenica alle 10.30, in Puglia, primo allenamento in vista di Monopoli-Catania, in programma martedì alle 20.30 al "Veneziani".
   
Serie C 2018/19 - Girone C - Ottava giornata
Paganese-Catania 2-4
Reti: pt 1° Marotta, 4° Curiale, 14° Marotta, 38° Parigi; st 8° Scarpa, 37° Curiale su rigore.

Paganese (3-4-1-2):  1 Galli; 29 Gargiulo (16°st 14 Garofalo), 17 Diop, 24 Acampora (1°st 15 Carotenuto); 2 Tazza, 5 Sapone, 4 Nacci, 3 Della Corte (46°st 27 Longo); 6 Gaeta (16°st 21 Gori); 19 Parigi (40°st 9 Cappiello), 10 Scarpa. A disposizione: 22 Santopadre, 12 Cappa; 20 Amadio, 23 Alberti, 16 Della Morte; 26 Verdicchio, 11 Buonocore. Allenatore: Fusco.  

Catania (3-4-1-2): 12 Pisseri; 4 Aya, 28 Esposito, 5 Silvestri; 23 Ciancio, 27 Biagianti, 21 Bucolo, 8 Scaglia (27°st 6 Angiulli); 10 Lodi (19°st 16 Llama); 11 Curiale, 9 Marotta (27°st 26 Calapai). A disposizione: 1 Pulidori, 22 Fabiani; 3 Lovric, 17 Baraye; 19 Manneh, 29 A.Rizzo; 14 Brodic 24 Mujkic. Allenatore: Sottil.

Arbitro: Marcenaro (Genova).
Assistenti: Abruzzese (Foggia) e Pappagallo (Molfetta).
Ammoniti: Garofalo, Gori e Tazza (P); Bucolo, Esposito e Llama (C).
Recupero: pt 1'; st 4'.
Spettatori: 600 circa.
Nel Settore Ospiti dello stadio "Marcello Torre", al fianco del Catania, 49 tifosi rossazzurri.

Foto Gallery