Approfondimenti   venerdì 1 dicembre 2017

Mister Lucarelli: "Abbiamo imposto il nostro gioco ma abbiamo pagato due episodi avversi"

Al termine della gara contro il Trapani, in sala stampa, mister Lucarelli si rammarica per il risultato e per l'allontanamento dalla panchina ma evidenza la prestazione del Catania ed il peso degli episodi sfavorevoli: "Non so per quale motivo sia stato espulso, aspetto di leggere il referto: l’unica cosa che ho detto nel sottopassaggio è stata riguardo al calcio di rigore solare che non ci è stato concesso, ho proferito soltanto questa unica frase. Al di là del risultato non sono deluso, i ragazzi hanno fatto la prestazione che avevamo chiesto: venire qui ed imporre il gioco; per le occasioni che ci sono capitate possiamo dire che è stato fatto. Non posso arrabbiarmi per gli episodi, a volte ci hanno premiato altre no, fa parte del calcio, sarebbe servita maggiore attenzione su entrambi i gol. Guardiamo avanti, non è la prima volta che ripartiamo da una sconfitta e lo faremo anche stavolta, con umiltà e lavorando in silenzio andremo avanti per la nostra strada. 
Ho giocato con il 4-3-3 per quasi tutta la partita, nel finale di gara abbiamo adottato un 4-2-4: ho scelto interpreti diversi perché Russotto non è al meglio e l’unico accorgimento diverso è stato Semenzato, si abbassava un po’ di più perché avevamo due uomini in meno in mezzo al campo. Il 4-3-3 ha confermato la nostra identità: abbiamo calciato 12 volte verso la porta del Trapani ed abbiamo subito cinque tiri in totale, abbiamo imposto il nostro gioco e c’era un rigore solare sullo 0-0 che avrebbe incanalato la gara diversamente. Abbiamo perso per due episodi ma non ne usciamo ridimensionati, c’è mancato un po’ di cinismo, nel secondo tempo abbiamo avuto alcune occasioni ed il trend della partita ha visto il Trapani chiudersi e ripartire, noi facevamo la partita. Un mese fa eravamo a sette punti dal Lecce, rimaniamo a -3: anche se la trovo ingiusta, la sconfitta non ci ridimensiona. Il campionato è ancora molto lungo e ci sono tanti scontri diretti e partite difficili per tutte e tre le squadre in vetta: un primo bilancio lo faremo il 30 dicembre, a gennaio ci sarà il mercato ma come dico sempre la curva decisiva, l’ultima curva, sarà ad aprile: chi avrà più benzina e più idee avrà più chances di andare in B”.

Foto Gallery