Campionato   domenica 12 novembre 2017

Primo gol in maglia rossazzurra per Cristian Caccetta, dodicesimo rossazzurro a segno in questo torneo (sedicesimo nel corso della stagione) - Settimo "clean sheet" per Matteo Pisseri

Catania-Catanzaro 1-0: nona vittoria in questo campionato, terza consecutiva e quinta in casa

Biagianti e compagni, al 2° posto in classifica con 28 punti in 13 gare, vantano la miglior differenza reti nel girone (+14)

Il Catania piega il Catanzaro ed ottiene la nona vittoria in questo campionato, terza consecutiva e quinta in casa: l'1-0 firmato da Cristian Caccetta non rispecchia l'effettiva supremazia dei rossazzurri, frenati anche dalla traversa colpita da Aya e dal palo timbrato da Ripa, ma suscita la gioia ed il convinto applauso del generoso e caloroso pubblico al "Massimino". A cinque turni dalla fine del girone d'andata, Biagianti e compagni occupano la seconda posizione con 28 punti in 13 gare; in vetta il Lecce a quota 33, raggiunta in 14 partite. Matteo Pisseri ha mantenuto inviolata la porta etnea per la settimana volta in questo torneo e la differenza reti della squadra guidata mister Lucarelli (+14) è la migliore del girone. Già in avvio, Catania frizzante ed insidioso con Russotto e Di Grazia. Al 12°, prima nitida occasione: Caccetta e Curiale avviano una bella azione, Lodi chiede ed ottiene da Biagianti una veloce triangolazione, calcia di sinistro sul primo palo e Nordi corregge la traiettoria in angolo. Al 13°, cross di Marchese e colpo di testa di Russotto, a lato. Al 15°, punizione di Lodi deviata tra mille brividi in corner. Al 17° Di Grazia entra in area palla al piede e cerca Curiale, l'estremo difensore calabrese intercetta a terra. Ci provano ancora, senza fortuna, Caccetta di testa e Marchese dalla sinistra. Al 23° altro "quasi-gol", proiezione di un impeccabile schema su punizione: mancino "educatissimo" di Lodi, la "torre" intelligente e precisa di Curiale libera Aya, ancora una volta perfetto nell'inserimento offensivo, capace di prevalere su tre avversari nel colpo di testa ma non di battere la sfortuna sotto forma di traversa. Al 36°, la rete arriva ma è annullata per off-side di Curiale, bravo a girare in rete l'assist di Russotto. Al 42° ci prova Letizia, sfera lontana dallo specchio della porta. Nella ripresa, meritato e cercato a lungo con qualità, pazienza e determinazione, arriva il gol: al 10°, angolo di Di Grazia e perfetta irruzione sul primo palo di Caccetta, che con un potente colpo di testa incrocia e porta in vantaggio la squadra dell'Elefante. Cristian, che firma così il suo primo gol con la maglia del Catania a coronamento di una splendida prestazione, è il dodicesimo rossazzurro a segno in questo campionato, sedicesimo considerando anche la Coppa Italia. Al 15°, nitida chance per il raddoppio: cross di Lodi da sinistra, colpo di testa di Curiale e prodigio di Nordi, tap-in di Caccetta e nuovo intervento decisivo del portiere catanzarese. Al 23° l'opportunità più ghiotta per gli ospiti: Zanini si libera sulla destra e mette in mezzo per Letizia, che da posizione favorevolissima sciupa. In avanti si affacciano poi Russotto, che prova a sorprendere l'attento Nordi, Zanini, che spedisce sul fondo, Letizia con una punizione deviata, Bucolo con un cross insidioso e Puntoriere, che tiene alta l'attenzione della retroguardia dei padroni di casa. Al 43°, il Catania potrebbe chiudere i giochi: sull'invito di Russotto, Ripa e Semenzato non riescono a superare Nordi. Nel corso del quarto minuto di recupero, Lodi lancia Ripa: l'attaccante si invola, entra in area, siede due avversari con una splendida finta e conclude con potenza, cogliendo però il palo alla sua sinistra. Al triplice fischio, grande gioia e la consapevolezza di aver dato un segnale importante incamerando una vittoria preziosissima.         
Martedì pomeriggio, a Torre del Grifo, primo allenamento in vista di Juve Stabia-Catania, in programma sabato 18 novembre alle 14.30 allo stadio "Romeo Menti".

Serie C 2017/18 - Girone C - Quattordicesima giornata
Catania-Catanzaro 1-0
Rete: st 10° Caccetta.

Catania (4-3-3): 12 Pisseri; 4 Aya, 5 Tedeschi, 26 Bogdan, 15 Marchese; 8 Caccetta, 10 Lodi,  27 Biagianti (30°st 17 Bucolo); 7 Russotto, 11 Curiale (20°st 29 Ripa), 23 Di Grazia (30°st 13 Semenzato)Allenatore: Lucarelli. A disposizione: 22 Martinez; 21 Esposito, 33 Lovric, 20 Djordjevic, 19 Manneh; 32 Mazzarani; 34 Rossetti, 35 Correia.

Catanzaro (3-4-3): 1 Nordi; 13 Gambaretti, 17 Di Nunzio, 23 Sirri; 7 Zanini (38°st 4 Icardi), 11 Marin, 6 Benedetti (37°st 5 Maita), 2 Nicoletti (18°st 24 Imperiale); 28 Falcone (18°st 21 Kanis), 9 Infantino (31°st 26 Puntoriere), 18 LetiziaAllenatore: Dionigi. A disposizione: 12 Marcantognini, 22 Pellegrino; 14 Riggio; 25 Lukanovic.

Arbitro: Valiante di Salerno.
Assistenti: Zanardi (Genova) e Magri (Imperia).
Ammoniti: Biagianti, Russotto e Semenzato (CT), Marin, Nicoletti, Nordi e Sirri (CZ).
Recupero: pt 1'; st 5'.
Report affluenza: 10.688 spettatori (5.202 abbonati, 5.486 muniti di titolo d'accesso per la gara). 
Incasso: 54.842 euro.

Foto Gallery