Ritiro   sabato 22 luglio 2017

Azzurri-Rossi 2-1: tre gol in 70 minuti di gioco a porte aperte, applausi e consensi in tribuna

A segno Calil su rigore, Rossetti e Curiale

Tre gol in settanta minuti di gioco, la ricerca costante del miglioramento dell'espressione calcistica per andare oltre la fatica dei primi giorni di ritiro e della seduta d'allenamento svolta in mattinata, il generoso abbraccio dei tifosi che hanno garantito la loro preziosa presenza a Torre del Grifo: č la sintesi delle note liete che hanno caratterizzato la prima partitella a porte aperte giocata "in famiglia" dal Catania. Al termine dei due tempi da 35', ben diretti dall'arbitro Ferro, gli Azzurri si sono imposti per 2-1 sui Rossi: con la gara ancora in equilibrio, una doppia prodezza di Martinez ha negato la rete ad Anastasi; al 28°, Calil ha trasformato il rigore concesso per l'intervento di Aya su Mazzarani; al 32°, raddoppio firmato da Rossetti con un bel diagonale su assist dello stesso Calil. Nella ripresa, immediato guizzo di Davis Curiale, capace di trasformare in gol il primo pallone giocato ed accorciare cosė le distanze. Nel prosieguo della gara, punizione di Pozzebon respinta dal palo per gli azzurri e traversa di Parisi per i rossi, dopo una bella respinta di Pisseri sul tentativo di Curiale. Domenica, in programma un allenamento pomeridiano.     

Azzurri-Rossi 2-1: pt 28° Calil (A) su rigore, 32° Rossetti: st 2° Curiale.

Azzurri (3-5-2): Martinez; Noce, Lovric, Bacaloni; Parisi (1°st Merkaj), Biagianti (24° Di Stefano), Bucolo, Mazzarani (20°st Gorgos), Zabala; Calil (1°st Pozzebon), Rossetti (24°st Graziano).

Rossi (3-5-2): Pisseri; Aya (1°st Rizzo), Tedeschi, Marchese (35°pt Bogdan); Semenzato, Silva (24°st Mazzarani), Lodi, Caccetta (25°st Biagianti), Russotto (1°st Parisi); Anastasi, Pozzebon (1°st Curiale).

Arbitro: Ferro.

A riposo precauzionale: Di Grazia, Djordjevic, Longo e Manneh.
Lavoro differenziato per Scoppa, indisponibile Mbodj.

Foto Gallery