Campionato   domenica 21 febbraio 2016

Gara caratterizzata dal vento e dal predominio territoriale dei rossazzurri - Pelagatti, Parisi e Russotto nuovamente titolari

Catanzaro-Catania 0-0: undicesimo pareggio, secondo consecutivo e sesto in trasferta

Per Bergamelli e compagni è la decima partita conclusa senza reti al passivo nel torneo in corso, la settima (seconda di fila) per Luca Liverani

Allo stadio "Nicola Ceravolo", il Catania conclude a reti bianche il match con il Catanzaro collezionando l'undicesimo pareggio stagionale, secondo consecutivo e sesto fuori casa. In classifica, rossazzurri al 13° posto con 25 punti, +1 sulla zona playout. Il rammarico per la mancata vittoria, cercata fino al termine costruendo un'ultima buona opportunità per il vantaggio proprio nei minuti di recupero, non azzera certamente il valore del risultato odierno, che consente alla formazione guidata da mister Pancaro di restare in scia alle squadre attualmente a metà classifica: il nono posto è distante tre lunghezze.  
PREDOMINIO TERRITORIALE - Nel primo tempo il Catania mantiene stabilmente l'iniziativa ed esercita un costante predominio territoriale; dopo una mischia in area giallorossa, il primo assalto è di Russotto (al rientro dopo un mese, rilanciato tra i titolari come Pelagatti e Parisi): punizione respinta da Grandi. Provano le conclusioni Falcone, Musacci, per due volte lo stesso Russotto e Di Cecco, non trovando però lo specchio della porta. Il Catanzaro è pericoloso al 38°: diagonale di Firenze, ottima respinta di piede da parte di Liverani. Nel finale ancora una punizione ed un angolo di Musacci con qualche brivido per Grandi, alle prese con un vento forte che modifica spesso le traiettorie. Squillace ed Agnello si affacciano in zona tiro ma il Catania non rischia: all'intervallo è 0-0, i rossazzurri avrebbero meritato qualcosa in più. 
MOI DA UNA PARTE E BOMBAGI DALL'ALTRA - In avvio di ripresa il vantaggio della squadra dell'Elefante sembra maturo: sul cross di Falcone da destra, però, Calderini non riesce a calciare ed il successivo tiro-cross di Parisi è deviato in angolo. I padroni di casa si scuotono e collezionano corner, Razzitti e Squillace cercano spazi ma la gestione di Bergamelli e compagni è molto attenta. Al 34° è quasi beffa: cross di Maita, colpo di testa di Moi di poco a lato, Agnello e Razzitti non giungono in tempo per la correzione. Il Catania trova la forza per replicare nel primo minuto di recupero: bella giocata e cross di Calderini, colpo di testa di Bombagi, Grandi respinge. Al triplice fischio è 0-0, secondo consecutivo per i rossazzurri. 
VERSO CATANIA-CASERTANA - Lunedì pomeriggio, a Torre del Grifo, primo allenamento settimanale in vista di Catania-Casertana, in programma sabato 13 febbraio al "Massimino" (fischio d'inizio alle 15.00).

Lega Pro 2015/16 - Girone C - Ventitreesima giornata
Stadio "Nicola Ceravolo"
CATANZARO-CATANIA 0-0
CATANZARO (4-4-2): 1 Grandi; 2 Bernardi, 5 Moi, 3 Orchi, 6 Patti; 11 Mancuso (36°st 16 Foresta), 8 Maita, 4 Agnello, 7 Squillace; 10 Firenze (26°st 19 Caruso), 9 Razzitti. Allenatore: Erra. A disposizione: 12 Scuffia; 13 Caselli, 14 Fulco, 15 Garufi, 17 Barillari, 18 Olivera, 20 Agodirin. 
CATANIA (4-3-3): 1 Liverani; 2 Pelagatti, 5 Bergamelli, 6 Bastrini, 3 Parisi; 8 Agazzi, 4 Musacci, 10 Di Cecco; 7 Russotto (26°st 19 Lupoli), 9 Calderini, 11 Falcone (39°st 16 Bombagi). Allenatore: Pancaro. A disposizione: 12 Logofatu; 13 Garufo, 14 Nunzella; 17 Di Stefano, 15 Pessina; 18 Calil, 20 Felleca.
Ammoniti: Bernardi, Caruso, Moi e Patti (CZ); Bastrini, Calderini, Di Cecco e Pelagatti (CT).
Tempi di recupero: pt 3'; st 4'.
Arbitro: Paolini di Ascoli Piceno.
Assistenti: Abagnara (Nocera Inferiore) e Sbrescia (Castellammare di Stabia).

Foto Gallery